Bed and breakfast Lecce

Bed and breakfast Salento

A spasso per le vie di Lecce

Tra meraviglie architettoniche e sfizierie gastronomiche locali, ecco un bell’itinerario da stampare e portarsi in giro.

 

Camminando tra i viottoli della città di Lecce, al sol osservare i vari edifici che si incontrano lungo la passeggiata, possiamo scoprire meraviglie architettoniche, chiese e palazzi, ville e dimore storiche. Otre al centro storico, anche il resto della città merita una visita. Sarà gradevole nel tardo pomeriggio andare a spasso per Lecce, per poi rilassarsi in uno degli hotel o dei b&b proposti da www.NonSoloSalento.it

 

Lecce è la città considerata, per eccellenza, culla del barocco ed è una delle località più ricche di arte, storia e cultura del Salento.

 

Da Porta Rudiae, una delle 4 porte che anticamente permettevano l’accesso nella zona antica della città, percorrendo la strada dritta davanti a noi che ci porta in Piazza Sant’Oronzo, possiamo ammirare le varie chiese, per lo più in stile barocco e i tanti palazzi in pietra leccese.

 

Quasi a metà strada, sulla destra si apre uno scorcio e…voilà: Piazza Duomo! Una delle piazze più affascinati di Europa, considerata un gioiello urbanistico per l'effetto scenografico. Armatevi di macchinetta fotografica quando siete da queste parti, perché di sera, con tutti i faretti che illuminano Piazza Duomo, fare le foto è un qualcosa di principesco.

Terminate le foto e la visita al Duomo, procediamo sul corso, la cosiddetta via del passeggio, e sulla sinistra, poco prima di una famosa libreria, troveremo il Convento dei Teatini in cui quasi ogni domenica si tengono mostre di antiquariato.

 

Proseguiamo il nostro percorso ed arriviamo in Piazza Sant’Oronzo, una grande piazza, dominata dal sedile e dall’anfiteatro romano, che molto spesso viene scelto come sede di importanti manifestazioni, anche a livello internazionale, e poi nel mese di Dicembre, è sede del Presepe Artistico, con pupazzi in cartapesta, realizzati da bravi artigiani locali.

 

Ma non occorre aspettare Natale per osservare le sculture di cartapesta realizzate dai noti cartapestai leccesi. Basta passeggiare lungo le vie parallele a Piazza Sant’Oronzo e possiamo osservare vetrine di botteghe ricche di oggettini, statue grandi o di media misura, realizzate con la tradizionale e antica tecnica della cartapesta o oggetti di arredo dalle forme più innovative realizzate in pietra leccese da noti scalpellini. Tutti oggetti che possiamo acquistare così da conservare “un po’ di Lecce” anche una volta ritornati a casa.

Merita pertanto una visita la Mostra Permanente dell’Artigianato ubicata in Via Francesco Rubichi, in cui sono esposti manufatti in ferro battuto, rame, legno, ceramica, ricamo, tessuto e ovviamente in cartapesta e in pietra leccese.

 

Da gustare le focacce leccesi, il rustico di pasta sfoglia fine che si scioglie in bocca, ripieno di pomodoro fresco, besciamella e mozzarella filante, i pasticciotti cioè quei fagottini di pasta frolla ripieni di crema al limone e il buonissimo gelato che per esempio prepara la famosa pasticceria-gelateria Natale, che si trova proseguendo su Via Trinchese in direzione Piazza Mazzini.

 

Questo è solo una parte di Lecce. Possiamo anche ammirare le ville sui viali Lo Re e Gallipoli, simboli dello stile liberty, il Castello Carlo V, che è una delle fortezza più importanti dell'intero territorio pugliese, oggi sede di spettacoli, iniziative culturali ed esposizioni artistiche, poi la vicina piazza con la Fontana dell'Armonia che le domeniche ospita il mercatino etnico, la Villa Comunale su viale XXV Luglio dedicata a Giuseppe Garibaldi e il Teatro Paisiello, considerato una bomboniera per i leccesi

 

Consiglio a tutti di venire di persona, perché Lecce è da girare tutta di giorno e di sera

 

Ecco un sito dove potrai scegliere l’alloggio al miglior prezzo: http://www.nonsolosalento.it/